F.A.Q.

L’installazione degli apparecchi a gas, delle tubazioni e di tutte le parti annesse agli impianti deve essere affidata sempre e soltanto a un installatore abilitato, iscritto alla Camera di Commercio e all’Albo Provinciale Artigianale. L’installatore al termine dei lavori dovrà rilasciare la “Dichiarazione di Conformità dell’Impianto” completa degli allegati tecnici necessari con i quali si assume la responsabilità di avere eseguito il lavoro a norma di legge.

Le eventuali perdite di gas metano nelle abitazioni sono riscontrabili immediatamente dal caratteristico “odore” del combustibile gassoso, infatti la Legge 1083 del 1971 impone l’odorizzazione dei combustibili che non abbiano di per sé odori caratteristici mediante l’aggiunta di sostanze idonee in grado di rilevare la presenza di gas negli ambienti, ma anche all’aperto, in quantità pericolosa per esplosività e per tossicità.
In caso di presunta rilevazione di fuga di gas è auspicabile l’immediato intervento di un installatore abilitato (Idraulico) che, in ausilio a idonee apparecchiature di rilevamento fughe, possa localizzare la perdita del combustibile.
Ad avvenuta rilevazione di fuga di gas in ambienti, è consigliabile aerare immediatamente i locali ed evitare l’accensione di fiamme libere o apparecchiature elettriche.

Qualora la rilevazione della fuga sia localizzata in strada e/o a monte del misuratore, è possibile richiedere al nostro recapito telefonico di “Pronto intervento” attivo 24 ore su 24 (800-014702) un sopralluogo di verifica da parte di nostro personale tecnico incaricato.

L’occupante (a qualunque altro titolo) di un unità immobiliare dotata di un impianto termico individuale (detto anche “impianto autonomo”) deve rispettare gli obblighi contenuti del D.P.R. 412/93 (e successive modifiche ed integrazioni) riguardanti l’esercizio, la manutenzione e le verifiche periodiche dell’impianto termico (compreso il controllo del rendimento di combustione della caldaia).